Categoria: Palestina

10439381 10201382005312180 3920999726391014769 n 0

Stop bombardamenti a Gaza!

MANIFESTAZIONE – Mercoledì 16 Luglio ore 18.30 Piazza del Comune a Prato Ogni morte di diminuisce,ogni donna,bambino e uomo ucciso pesa sulle nostre coscienze.Ad oggi sono 172 le vittime dei bombardamenti sulla striscia di...

485532 10200883708215064 939145095 n 0

Diamo voce ai prigionieri Palestinesi

Dal 12 al 18 aprile in tutto il mondo ci saranno manifestazioni in occasione della settimana per i prigionieri politici palestinesi, a Firenze sono stati organizzati questi eventi: lunedì 14 aprile ore 10.00 presso...

Firenze 10 Gennaio – L’arte di resistere in Palestina! 0

Firenze 10 Gennaio – L’arte di resistere in Palestina!

L’Assopace,  il Giardino dei Ciliegi con il Centro Ideazione Donna e il Centro Arial Almistakbel organizzano una serata per parlare di Palestina. Programma della serata ore 18.00 Incontro con Belal Jadou del campo profughi...

saluto-a-Gaza-1 0

Saluto a Gaza

saluto-a-Gaza-1

Gaza, 23 ottobre 2012

Ultima sera qui…sono stati giorni tesi…non sapevo che fare e sarei anche scappata..F16 a bassa quota…e l’entrata via terra dell’esercito israeliano…i carri armati,buldozer, elicotteri…morti..feriti..questo per due giorni di fila. Ci sconsigliano andare in giro..rockets da una parte e un esercito armato fino ai denti dall’altra.

Non avrei mai pensato che gli israeliani entravano e uscivano così come volevano loro…ma dicono che fanno sempre così.

Sto qui e penso alle persone che ho conosciuto…alle persone che vivono qui e mi viene ancora più ansia..Mona, Samira,Marwan…Hussein, Yuseff, Wejdan, Hannan…ora la gente di Gaza per me ha volti sono persone a cui tengo…che sono rinchiuse qui dentro. Si…. Sono RINCHIUSE qui dentro, non possono uscire quando e come vogliono e non hanno scelta.

 

Storie-di-Gaza-1 0

Storie di Gaza

Storie-di-Gaza-1

Gaza, 16 ottobre 2012

Sono a Gaza da soli tre giorni e sento un forte denso di claustrofobia, non posso uscire da sola, l’allerta è alta e non so come muovermi. Sento il bisogno di confrontarmi con le persone, ascoltarle e guardare… Ieri mi sono concessa una passeggiata al mare, due ragazzine di 16 e 18 anni mi si sono avvicinate, parlavano solo arabo e mi hanno chiesto il nome e io mi sono proposta di aiutarle a riempire le bottiglie di plastica di acqua di mare che dovevano portare a casa. L’acqua è veramente sporca perché tutte le case attorno scaricano direttamente in mare. Mi sollevo i pantaloni con lo sguardo perplesso delle ragazze che fanno lo stesso ma l’abito lungo copre le loro caviglie..e riempiamo l’acqua ridiamo e ci bagniamo. Poi una di loro mi chiedo se ero musulmana, io dico loro che ero cristiana, spesso questa risposta mi permette di evitare altre domande e chiudere il capitolo religione…più difficile dire che non sono credente..ma non è stato così la ragazza ha continuato a chiedere perché non ero musulmana…io le o detto che in Italia molte persone sono cristiane e lei mi ha detto: “ma tu stai a Gaza ora”… Che dire? Ci siamo salutate e io ho continuato la mia passeggiata fino al monumento dedicato ai ragazzi uccisi dagli israeliani della nave turca Mavi Marmara che voleva rompere il blocco a Gaza… Ho pensato alla flotilla Estelle in viaggio per lo stesso motivo..che bello sarebbe vederla arrivare in porto.

Interventi civili di pace in Palestina: Accompagnamento alla raccolta delle olive 0

Interventi civili di pace in Palestina: Accompagnamento alla raccolta delle olive

Accompagnamento internazionale nonviolento alla raccolta delle Olive Il Servizio Civile Internazionale, l’ Associazione per la Pace e Un Ponte Per…, lanciano per il terzo anno il progetto: Interventi civili di Pace in Palestina. Quattro...